Cosa significa celiachia (intolleranza al glutine)

A cura di


Cosa significa celiachia (intolleranza al glutine)

La celiachia non è una malattia, ma una sindrome che può causare mal di pancia, stipsi, cefalea. Chi è intollerante al glutine deve osservare una dieta priva di cerali contenenti il glutine, come il fumento,il farro, l'orzo,la segale.

Sei intollerante al glutine?

La celiachia non è una malattia, ma una sindrome che può causare mal di pancia, stipsi, cefalea. Chi è intollerante al glutine deve osservare una dieta priva di cerali contenenti il glutine, come il fumento,il farro, l'orzo,la segale.

celiachia intolleranza glutine gluten free simona vignali naturopata esperta alimentazione

L'intolleranza al glutine

Sempre più persone sono intolleranti alla proteina contenuta nel frumento, il glutine.

Il glutine è responsabile della celiachia (una forma grave di intolleranza alimentare), e della gluten sensivity, una sindrome di recente identificazione. 

Cos'è il glutine?

Il glutine è la parte proteica più importante del frumento e di altri cereali come l'orzo, la segale, il farro, il kamut). Il glutine non esiste in natura di per sè, ma si forma quando la farina viene impastata con acqua. La gliadina e glutenine, due proteine, si organizzano in un reticolo tridimensionale, responsabile dell'elasticità e resistenza all'impasto.

Sintomi della celiachia: la gliadina

I sintomi della celiachia, riscontrabili dopo aver assunto glutine, nella pasta per esempio, sono:

  • mal di pancia
  • stitichezza
  • diarrea
  • stanchezza
  • cefalea
  • dolori muscolari o articolari

Gli squilibri sono causati dalla gliadina, una frazione del glutine, potenzialmente tossica.

Cause celiachia: farina bianca e lievitazione accelerata

Tra le cause della celiachia ci sarebbero le nuove qualità di grano (più ricche di gliadina) e la riduzione dei tempi di lievitazione del pane, responsabile dell'aumento della concentrazione di frazioni tossiche. Si parla al condizionale perché sono tutt'ora in corso studi sul fenomeno celiachia.

celiachia mangiare pasta intolleranza glutine farina bianca gluten free simona vignaliMangi troppo pane o troppa pasta?

Se ritieni di mangiare troppo pane bianco o troppa pasta di farina bianca, sta attento! Superato un certo limite il corpo si "ribella" di fronte al consumo eccessivo di un certo alimento.

Un'intolleranza alimentare si presenta quando il corpo emette un segnale di sovraccarico rispetto a un certo cibo. La quantità eccessiva provoca uno stato di infiammazione globale.

Ricordiamo che non viviamo più in un ambiente sano, ma alquanto inquinato, specie nelle grandi città. Il corpo umano reagisce faticosamente alle sostanze alimentari potenzialmente tossiche, quando l'inquinamento ambientale aumenta. Anche per questo solo poche decine di anni fa non esisteva la gluten sensitivity.

Come essere sicuro di soffrire di celiachia o intolleranza al glutine? 

Per sapere se sei celiaco

  1. effettua la ricerca degli anticorpi specifici con un'analisi del sangue ed eventualmente con la biopsia intestinale per valutare se la mucosa è danneggiata
  2. esegui un test delle intolleranze alimentari per assicurarti di non essere allergico al grano, con un Rast test (analisi del sangue)

Se i risultati di tutti gli esami sono negativi ma i sintomi persistono, si può parlare di gluten sensitivity o Intolleranza al glutine non celiaca.

Celiachia, fenomeno in aumento

Il British Medicai Journal, tra le più accreditate riviste scientifiche, afferma che il 33% della popolazione è intollerante al glutine. Per fortuna, come altri tipi di intolleranze alimentari può guarire.

Celiachia: la dieta gluten free

Come comportarsi in caso di celiachia? E' necessario evitare il glutine (dieta gluten free) due o tre giorni la settimana. Chi ha un'ipersensibilità al glutine deve rieducare l'organismo a non avere reazioni avverse quando lo assume, evitando tassativamente il glutine due o tre giorni alla settimana. La dieta gluten free,se rispettata scrupolosamente, farà ridurre l'infiammazione che si è creata a causa del sovraccarico.

Nel giro di qualche mese il glutine non darà più alcun problema!


Condividi questo articolo